Continuare a pensare ai propri cari dopo la loro scomparsa è naturale, sano, perché essi vivono nella nostra memoria.

Qui potete trovare uno spazio con i vostri suggerimento su come è possibile ricordare una persona che è mancata.

Usate il form dei contatti per inviarli. Attenzione: i commenti verranno filtrati dall’amministratore di Ricordandoti, che si riserva il diritto di non pubblicarli se ritenuti inadeguati.

Copertina

Come molti ricorderanno, Andrea De Carlo, nel suo libro del 1989 “Due di due“, narra di una intensissima amicizia fra Mario e Guido. La vita, in qualche modo, li allontanerà, sino alla distanza massima: Guido muore.

Per Mario la morte di Guido è un colpo devastante. È la perdita della sua metà complementare, del carattere inventivo e irrequieto che rendeva possibile la sua tranquilla, produttiva esistenza. Un’epoca di immaginazione, conflitti e creatività si chiude, niente sarà più come prima. La sua reazione è quella di dar fuoco alla casa in cui l’amico avrebbe dovuto vivere, e poi smantellare quello che ne rimane.

Un commento su “Vostro spazio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *